Fatturatrice Mercator 5000

Riproduzione vietata - Foto in 'Notizie Olivetti', n. 70, gennaio 1961


Con la Mercator 5000 (1960) l’elettronica entra in modo più deciso nel mondo delle macchine contabili. Questa macchina, infatti, oltre a poter essere integrata con un perforatore di banda che consente di con un successivo passaggio di trascrivere i dati su schede perforate leggibili da un elaboratore (opzione già disponibile su precedenti modelli Olivetti), incorpora anche una unità moltiplicatrice elettronica (“il gruppo elettronico è grande come una normale borsa di pelle e pesa pochi chili”, scrive “Notizie Olivetti” nel gennaio 1961). In questo modo la Mercator non si limita – come i modelli precedenti – alle addizioni e sottrazioni, ma può effettuare anche le moltiplicazioni, indispensabili nella fatturazione. La Mercator nasce dalla collaborazione tra la progettazione meccanica del Centro Studi di Ivrea e il laboratorio di ricerche elettroniche di Borgolombardo.

Altre foto

Fotogallery  

Slide Show