Francesco Caio

Riproduzione vietata


Dopo brevi esperienze in Olivetti (1982) e nel Gruppo STET come product manager nel settore delle telecomunicazioni, Francesco Caio si trasferisce a Londra presso la McKinsey (1986-1991), ma nel 1991 rientra in Olivetti come assistente del presidente e amministratore delegato Carlo De Benedetti. Nel 1992 diviene responsabile del coordinamento dei progetti aziendali e in questa veste segue gli sviluppi di Omnitel, la società per la telefonia mobile digitale (GSM) creata nel 1990 dall’Olivetti insieme a partner internazionali. In vista della gara indetta dal governo italiano (dicembre 1993) per l’assegnazione della seconda concessione per i servizi GSM, Francesco Caio è nominato presidente di Omnitel e quindi amministratore delegato. Sotto la sua guida la società partecipa al bando e vince la gara (marzo 1994) presentando un’offerta congiunta con Pronto Italia. Divenuta operativa (febbraio 1995) la convenzione con lo Stato, Caio guida Omnitel nelle fasi di costruzione della rete e di lancio commerciale (dicembre 1995). Nel giro di pochi mesi il successo di Omnitel supera largamente ogni attesa. Dopo una breve parentesi come amministratore delegato dell’Olivetti (giugno-settembre 1996), Francesco Caio lascia definitivamente il Gruppo Olivetti nel settembre 1996.

Altre foto

Fotogallery  

Slide Show