Schema di montaggio dei pilastri e delle travi degli stabilimenti di Scarmagno

Riproduzione vietata


Il progetto architettonico generale del comprensorio industriale di Scarmagno è dovuto agli architetti Marco Zanuso ed Eduardo Vittoria. Il progetto, definito nel 1962, venne in seguito aggiornato con alcune modifiche introdotte per le costruzioni degli anni 1968 e seguenti. Lo schema qui presentato illustra le componenti architettoniche essenziali delle costruzioni e la sequenza delle operazioni di montaggio. La prima costruzione, nota come fabbricato “A”, dapprima utilizzata come sede produttiva e poi come magazzino, è progettato dall’architetto Ottavio Cascio ed è situata sul lato meridionale del comprensorio. Il fabbricato, lungo 550 metri e largo un centinaio, occupa una superficie superiore ai 57.000 mq.

Tutte le foto

Tema: Architetture Tema: Architetture Tema: Architetture Tema: Architetture Tema: Architetture Tema: Architetture Tema: Architetture Tema: Architetture Tema: Architetture Tema: Architetture Tema: Architetture Tema: Architetture Tema: Architetture Tema: Architetture Tema: Architetture Tema: Architetture Tema: Architetture Tema: Architetture Tema: Architetture Tema: Architetture Tema: Architetture Tema: Architetture Tema: Architetture Tema: Architetture Tema: Architetture Tema: Architetture Tema: Architetture Tema: Architetture Tema: Architetture Tema: Architetture Tema: Architetture Tema: Architetture Tema: Architetture Tema: Architetture Tema: Architetture

Passa allo Slide Show